Privacy Policy

Presentazione - UTE Acquaviva delle Fonti

Anno Accadenico 2023/24
Anno Accadenico 2023/24
Vai ai contenuti

Presentazione

Avvisi > Offera formativa 2023-24
CITTADINI ATTIVI E SOLIDALI

La programmazione della Università della terza età per l’anno accademico 2023/24 si concentra sulla integrazione attiva degli anziani nel tessuto sociale.
Gli argomenti della nutrita programmazione, permettono l’accesso ad una larga fascia di persone di scegliere e partecipare ad attività che più sono calzanti alla propria indole.
L’obiettivo è di promuovere relazioni di solidarietà, laddove la società circostante dissolve e non cura tali relazioni, permeata in una logica consumistica, esclusivamente proiettata a vedere gli anziani solo come consumatori, al punto che si possa credere che “la pienezza del godimento del consumo equivale alla pienezza della vita”, come afferma Bauman.
Basti pensare al ruolo che riveste la pubblicità che propone, con l’acquisto dei prodotti, uno stile di vita illusorio, una eterna giovinezza che si rivela frustrante e fallace.
L’invecchiamento attivo e la solidarietà tra generazioni sono la strada da percorrere per garantire l’inclusione dell’anziano, strada indispensabile da attraversare, in quanto l’allungamento della vita determina anche l’allungamento della vecchiaia. Nel nostro tempo, i diversamente giovani vogliono stare al passo coi tempi, informandosi, partecipando alla vita sociale, imparando a destreggiarsi ad usare le nuove tecnologie che il progresso ci impone.
Ecco che l‘Università della terza età diventa l’opportunità offerta agli anziani di vivere e partecipare alla vita sociale, un valido e imprescindibile supporto e sostegno per affrontare l’invecchiamento.
Essere solidali è anche questo: creare legami, condividere momenti culturali e conviviali, condividere bisogni da soddisfare, stati d’animo comuni, tensioni emotive. Come afferma Papa Francesco “Nella Chiesa, ma anche nella società, una parola chiave di cui non dobbiamo avere paura è “solidarietà”, saper mettere, cioè, a disposizione di Dio quello che abbiamo, le nostre umili capacità, perché solo nella condivisione, nel dono, la nostra vita sarà feconda, porterà frutto”.
L’UTE si impegna a riportare sulla scena sociale gli anziani che se per un verso vedono ridotte le proprie capacità lavorative e operative, d’altro canto non vedono compromessa la capacità, la voglia di relazionarsi: coltivarla è possibile ed è la sfida a cui l’UTE come associazione è chiamata, efficace antidoto all'isolamento dell’anziano.
La Presidente
Mariella Nardulli
info@uteacquaviva.it segreteria@uteacquaviva.it
Torna ai contenuti