Rievocazioni storiche - UTE Acquaviva delle Fonti

UTE ACQUAVIVA
UTE ACQUAVIVA
Menu
Vai ai contenuti

Rievocazioni storiche

Avvisi
In questi ultimi anni Le Rievocazioni Storiche hanno raggiunto in vari Comuni una significativa importanza sia per la valenza culturale, che richiama alle origini della città, ai personaggi che ed ai fatti storici che l’hanno vista protagonista, sia per l’attrattiva turistica che comporta (vedi il "FEDERICUS" di Altamura).
Un’iniziativa intercomunale, ancora a livello embrionale, che sarà realizzata in futuro e che vedrà il coinvolgimento di varie associazioni riguarderà i fatti del 1799 che interessarono non solo Acquaviva ed Altamura ma tanti altri Comuni della Regione. Se ne è parlato recentemente in occasione della Cerimonia di inaugurazione dell’Albero della Libertà in Piazza dei Martiri.
L’Associazione Culturale Teatrale “Fili d’argento”, diretta discendente del Laboratorio teatrale dell’U.T.E. di alcuni anni fa, sta organizzando per il giorno 30 giugno 2018 una Rievocazione Storica dal titolo “ACQUAVIVA NEL MEDIOEVO CON IL CONTE NORMANNO ROBERTO GURGUGLIONE” ed ha chiesto la collaborazione alle altre Associazioni del territorio comunale.
L’Università della Terza Età vorrebbe dare il proprio contributo di partecipazione ma, com’è noto, le attività termineranno il giorno 31 maggio con la Cerimonia di chiusura del 19° anno accademico che si svolgerà nell’area di Via Roma 74 (in caso di maltempo presso l’Oratorio San Domenico Savio); sino al 30 giugno tutto il Consiglio Direttivo sarà impegnato a redigere il Piano dell’Offerta Formativa del prossimo anno accademico che sarà presentato alla Regione entro il suddetto termine.
Con la presente e-mail invitiamo i docenti e soci che lo vorranno a dare la propria disponibilità per la Rievocazione del 30 giugno p.v. e a comunicarla al Consiglio Direttivo, al fine di formare un gruppo, anche se di poche persone, che terrà i contatti con gli organizzatori dell’evento e parteciperà alla manifestazione.
Confidiamo nel vostro spirito di collaborazione ed inviamo cordiali saluti.
La Presidente Marilena Chimienti
Torna ai contenuti